Monastero Santissimo Salvatore

Monache Benedettine dell'adorazione perpetua del Santissimo Sacramento, Grandate

Che cosa possiamo desiderare di meglio che voler Dio con tutto il cuore? Sarebbe ben avara l'anima a cui Dio non bastasse…Allontanate da voi tutto ciò che turba la quiete della vostra anima. Vincolatevi a tutta la comunità per amore di Gesù Cristo, come ai membri del suo corpo mistico di cui fate parte.

(madre Mectilde de Bar,  N 1260 a una religiosa, rue Cassette, da Toul, 28 dicembre 1664)

La comunità monastica, a Grandate dal 1954, è stata fondata nel 1926 a Piedimonte Matese (Caserta), per ridare vita ad un antico cenobio costruito in epoca longobarda (770) e dedicato al Salvatore nostro Gesù Cristo nel mistero della Trasfigurazione.

La vita monastica lì vissuta fino al 1866 aveva seguito la Regola di San Benedetto. Nel 1926, a riaprire il monastero dopo l’epoca delle soppressioni furono ancora delle Benedettine, ma questa volta dell’adorazione perpetua del Santissimo Sacramento: una vocazione che unisce alla secolare tradizione benedettina una intensa spiritualità eucaristica. Questa famiglia monastica nacque in Francia nel 1653 per il carisma suscitato dallo Spirito nella benedettina Madre Mectilde de Bar.