Monache Benedettine dell'adorazione perpetua
del Santissimo Sacramento

Monastero SS. Salvatore, Grandate

In monastero
dal 30 giugno al 3 luglio la Comunità monastica ricorda il suo arrivo a Grandate.

Incontro oblati _ prossimo incontro 14 luglio


Giovedì 20 giugno, alle ore 20.30, adorazione eucaristica



"A piedi sui sentieri della preghiera":

proponiamo una serie di brevi meditazioni sulla spiritualità e la preghiera, accompagnati da San Benedetto e Madre Mectilde de Bar.


"Sulle orme di madre Caterina Lavizzari" 




lunedì - martedì - mercoledì - venerdì - sabato: celebrazione Eucaristica, ore 7.30

giovedì e domenica: celebrazione Eucaristica, ore 9.00

Tutti i sabato sera, alle ore 20.30, la comunità monastica celebra l'ufficio di lettura in preparazione alla liturgia domenicale.

La nostra pagina facebook


Canale youtube 


In Parrocchia 

www.parrocchiagrandate.it

Parrocchia S. Bartolomeo . Via Giovanni XXIII · 3 · Grandate · (CO) · 22070 · ITALIA

info@parrocchiagrandate.it


In Dioecesi 

www.diocesidicomo.it



Studio Teologico Benedettino, STBI 

www.benedettineitaliane.org/newsletter

Liturgia della Parola

XI Domenica del Tempo ordinario, anno B, 16 giugno 2024

Oggi, sia la prima lettura che il Vangelo, ci parlano di strumenti, mezzi piccoli, insignificanti che Dio usa per rendere presente la sua opera: un ramoscello di cedro che diventerà un cedro magnifico e tutti sapranno che io sono il Signore, e il granello di senapa.
In più il seme gettato, sia che dormiamo sia che vegliamo, cresce e germoglia di forza sua.
Sono tutte parabole che vogliono descrivere il regno di Dio.
S. Paolo ripete due volte in poche righe: siamo pieni di fiducia anche se siamo in condizioni sfavorevoli, costrittive!
Il regno di Dio diventa luogo di riposo, consolazione, vita piena come descritto per il cedro e l'arbusto di senapa: sui loro rami gli uccelli costruiranno nido, dimoreranno e riposeranno!
Nel momento duro, dell'incomprensione o della persecuzione lo Spirito del Signore riposa su di noi. Tante volte la Sacra Scrittura si esprime cosi, dai profeti a San Paolo.

La senapa è il più piccolo di tutti i semi ma diventa più grande di tutti gli arbusti. Questo è il regno di Dio quando si impianta in noi, quando germoglia nelle situazioni.
Nessuno è più grande di Giovanni Battista, ma il più piccolo nel Regno dei cieli è più grande di lui. Lo dice Gesù stesso per descrivere il capovolgimento che la sua novità porta.
Il Regno di Dio parte da un gesto, da un atteggiamento e inonda tutta la vita.
Ad esempio chi odia gli immigrati, ma viene a contatto con una situazione che lo colpisce, può iniziare a vedere le cose da un altro punto di vista. Quando è seminato, veglia o dormi, ci faccia caso o no, la nuova consapevolezza cresce e contagia gli altri, tanto che il persecutore diventa protezione (ombra), riparo per coloro contro i quali si scagliava.
A San Paolo è accaduto così! Mandava lettere per far imprigionare i cristiani, ha visto morire Stefano ed è diventato colonna ed esempio per la Chiesa, riprendendo Pietro per il suo agire non coerente!

Sia per il grande cedro che per l'arbusto di senapa, mi colpisce che la conseguenza del germogliare è “per fare nido” e “per riposare”, quindi trovare casa e trovare pace che sono le esigenze fondamentali per essere realizzati. Il vangelo, il regno di Dio è per trovare casa e pace, non semplicemente casa di mattoni con nessuno che mi disturba, ma trovare il proprio senso avendo Gesù vicino.

Vedi tutto...

Assaggi di Grazia

La profezia non consiste nell'indovinare il futuro, ma in una lettura del presente che sappia di futuro possibile. L speranza non è fantasticheria, ma è la virtù di chi nell'oggi riconosce il Regno che viene. ("Disinnescare futuri", di Manuel Belli, rivista di liturgia pastorale n.358)

Vedi tutto...

Monastero SS Salvatore - via Giovanni Paolo II n.1 - Grandate - 22070 - Como - infobenedettinegrandate@gmail.com

Set up a site with Mobirise